Mission Impossible! ( 3°Capitolo)

by Umberto - mercoledì 2 ottobre 2013

Mission Impossible! ( 3°Capitolo)

.... continuazione.

Per risolvere il problema al Cliente delle "bombe" di gelato ricoperte abbiamo definito queste condizioni:

- La velocità del carrello standard di una macchina ricopritrice è stata potenziata di 4 volte in modo da non permettere eccessivi cambi di temperatura del gelato che possa portare a sciogliersi prima della cristallizzazione del cioccolato a contatto con esso.

- Abbiamo sostituito l'arpione centrale utilizzato manualmente dal Cliente in Usa con 3 piccolissimo aghi su di un telaio disegnato appositamente.

- Abbiamo creato una struttura che immergesse al 90 % il prodotto oltre a ricoprirlo

- Abbiamo modificato la portata ed il disegno della pompa in quanto la consistenza del surrogato non poteva essere condotta da una coclea standard.

- Le velocità e la produttività sono state agevolate da un serbatoio gestito in comune per ogni linea di produzione in modo da permettere continuità produttiva senza soste.

Il Cliente ha verificato il nostro progetto e... ci ha ordinato 2 linee complete.

Continua ...

 

 


 

Scrivi un Commento

Per scrivere un commento è necessario prima effetuare il Log in »